23 Giu 2022 19.21

Consiglio Ue, iniziata la due giorni, oggi si parla di Ucraina. Domani di gas

Dalle 1530 è iniziata la prima delle due giornate del consiglio europeo di Bruxelles, Per l'Italia c'è il presidente del Consiglio Draghi. La prima giornata, oggi, è incentrata sulla concessione all'ucraina dello status di candidata all'ingresso nell'Unione. Prima della plenaria, si è tenuta la riunione dei 27 capi di stati e di governo con i leader dei paesi Balcanici, che da tempo aspirano a entrare nell'unione. Irritazione da parte di Albania e macedonia del nord per il veto, posto dalla Bulgaria nei confronti della loro adesione. L'unione europea non sta bene se 26 paesi vengono bloccati solo da uno ha detto il premier albanese, Edi Rama:

Sul tavolo del Consiglio, che proseguirà domattina, anche delicati nodi economici, tra le sanzioni contro Mosca, il problema dell'export del grano ucraino, l'inflazione, il nodo dei tagli delle forniture russe di gas. Lo stesso Parlamento Europeo ha oggi esortato a completare l'80% dello stoccaggio entro il I novembre, per prevenire guai peggiori. Entra nella bozza del Vertice, almeno a titolo di ipotesi, il tetto al prezzo d'acquisto proposto dall'Italia.

Esteri