23 Giu 2022 18.54

Ucraina, Mosca fa la voce grossa. Si combatte nel Donbass

"Un piano di pace potrà essere redatto solo dopo che Kiev avrà soddisfatto tutte le nostre richieste". Lo afferma il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, citato dall'agenzia di stampa russa, Tass. Sul campo, si fa fronte in queste ore a vasti incendi nella città di Lysychansk, causati dalle esplosioni delle bombe di Mosca. "Gli invasori hanno lanciato più di cento razzi", afferma il governatore della regione Gaidai.

E in Ucraina sono arrivati i lanciamissili statunitensi Himars, come chiesto da settimane dal governo di Kyev, che ringrazia gli americani. Intanto, nuovo attacco verbale da Medvedev: "Il problema della politica europea è quello di essere diventata una pallida riserva degli americani. Gli attuali leader non pensano al futuro", scrive su telegram il vicepresidente del Consiglio di sicurezza ed ex presidente russo, che aggiunge in tono di critica: "Draghi non è Berlusconi e Scholz non è Merkel".

Esteri