Erba, primo sì alla revisione del processo

0
57

“E’ una grande soddisfazione aver riaperto i giochi” sulla sorte di Olindo Romano e della moglie Rosa Bazzi, condannati all’ergastolo per la strage di Erba delll’11 dicembre del 2006. Così gli avvocati difensori della coppia hanno commentato la decisione della Corte d’appello di Brescia di discutere l’istanza di revisione della sentenza per l’ex netturbino e la moglie.

Secondo la difesa sarebbero emersi nuovi elementi che porterebbero al proscioglimento dei due coniugi, accusati dell’uccisione di Raffaella Castagna, del figlio Youssef Marzouk, della madre Paola Galli e della vicina di casa Valeria Cherubini. La prima udienza è stata fissata per il 1° marzo.